Musica, arte e teatro: ce n’è per tutti i gusti alla nuova stagione di Nostrarte

Dalla musica alla danza, dal teatro alla letteratura, dalla favola alle arti pittoriche, passando per i linguaggi moderni e quelli antichi, per quelli convenzionali e quelli anticonvenzionali. Dopo tre anni di attività e oltre 45 eventi, l’associazione Nostrarte mette in scena la sua quarta stagione che comprenderà dieci spettacoli all’insegna del dialogo tra le arti. La rassegna, che comprende concerti, favole, spettacoli teatrali e salotti musicali, verrà presentata venerdì 30 settembre alle ore 20 nel chiostro d’ingresso della Sala Fellini, teatro principale degli spettacoli (in caso di maltempo l’appuntamento si svolgerà all’interno).

Venerdì 30 l’anteprima di Non sparlate sul pianista

Si parte subito con un assaggio, e non solo culinario. In apertura di serata saranno presentati alcuni estratti dallo spettacolo “Non sparlate sul pianista”, un divertente salotto musicomico dedicato alle domande più frequenti rivolte ai pianisti. Lo spettacolo, ideato da Giacomo Sangiorgi con Alessandro Guidi e Matteo Farnè, sarà, nella sua forma intera, il primo dei 10 eventi in programma per la stagione 2016-2017, che partirà domenica 16 ottobre e si concluderà in marzo.

In serata, a seguire, i componenti dell’associazione presenteranno al pubblico l’intera stagione, caratterizzata da molte collaborazioni (tra cui la Scuola di Musica Sarti, Fondazione per lo sviluppo della Cultura e dell’Istruzione della persona, Associazione Acquerellisti Faentini, Compagnia delle Feste, Gruppo di Danza Ameral) e dalla presenza di musicisti e artisti del territorio e non solo. A conclusione della serata, buffet e brindisi finale, ghiotta occasione per confrontarsi e conoscere più da vicino i soci e gli amici di Nostrarte.

Nostrarte: una stagione 2016/2017 all’insegna del dialogo tra le arti

Formata per lo più da musicisti e appassionati d’arte, l’associazione Nostrarte ha come finalità primaria quella di promuovere la cultura a trecentosessanta gradi: in primo luogo valorizzando gli artisti del territorio, poi creando un ambiente adatto a ogni tipo di rappresentazione e di collaborazione. L’ingresso all’anteprima di venerdì 30 settembre ha una quota di 5 euro, comprensivo di tessera associativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *