Sold out al Masini per Raoul Bova e Chiara Francini

Posti esauriti, al Teatro Masini di Faenza, per lo spettacolo Due, interpretato da Raoul Bova e Chiara Francini, in scena da venerdì 17 a domenica 19 febbraio alle 21. Una divertente commedia sulla vita di coppia, (scritta dal regista Luca Miniero e Astutillo Smeriglia) dove il presente di due fidanzati da poco conviventi si scontra con facce e personaggi del loro passato e futuro, proiezioni di ciò che è stato e ciò che sarà. Una riflessione su quanto siano importanti le ingerenze esterne all’interno della coppia. Gli interpreti della commedia saranno inoltre protagonisti del consueto “Incontro con gli Artisti” che si terrà sabato 18 febbraio alle 18 presso il Ridotto del Teatro Masini (l’ingresso all’incontro è gratuito).

Lo spettacolo Due al Masini da venerdì 17 febbraio

Chiara Francini e Raoul Bova: sabato 18 l'Incontro con gli Artisti al Masini
Chiara Francini e Raoul Bova: sabato 18 l’Incontro con gli Artisti al Masini

La scena è una stanza vuota. L’occasione è l’inizio della convivenza che per tutti gli esseri umani sani di mente è un momento molto delicato. Che siano sposati o meno, etero oppure omo. Marco è alle prese con il montaggio di un letto matrimoniale, Paola lo interroga sul loro futuro di coppia. Sapere oggi come sarà Marco fra 20 anni, questa è la sua pretesa. O forse la sua illusione. La diversa visione della vita insieme emerge prepotentemente nelle differenze fra maschile e femminile. Entrambi i giovani evocheranno facce e personaggi del loro futuro e del loro passato: genitori, amanti, figli, amici che, come in tutte le coppie, turberanno la loro serenità. Presenze interpretate dagli stessi due protagonisti che accompagneranno fisicamente in scena dei cartonati con le varie persone evocate dal loro dialogo.

Raoul Bova e Chiara Francini a confronto con la vita di coppia

«Alla fine il palco sarà popolato da tutte queste sagome e dai due attori – afferma l’autore e regista Luca Miniero – l’immagine stilizzata di una vita di coppia reale, faticosa e a volte insensata. Perché non sempre ci accorgiamo che in due siamo molti di più. E montare un letto con tutte queste persone, anzi paure, intorno, non sarà una passeggiata».

Rispondi