Maria Chiara Campodoni a caccia di “eredità” sulla Rai e in consiglio comunale

In attesa di ricevere l’eredità di Luca de Tollis alla presidenza del consiglio comunale di Faenza, l’ex assessore Maria Chiara Campodoni ha cercato di conquistare un’altra eredità, quella messa in palio dal programma televisivo di Rai 1. Maria Chiara Campodoni ha infatti partecipato domenica 5 febbraio 2017 al quiz show televisivo “L’eredità”, vincendo la puntata del programma condotto da Fabrizio Frizzi.  Dopo aver conquistato l’eredità degli altri concorrenti in gioco, nella prova finale della “ghigliottina” – dopo la selezione delle cinque parole chiave – il montepremi in palio è stato di 50mila euro. La parola segreta della puntata – abbinata alle altre cinque – era “clima”, mentre Maria Chiara Campodoni ha scritto “gioco”, perdendo così la possibilità di conquistare il jackpot. Il caso ha voluto che tra le cinque parole suggerite ci fosse anche “clima politico“, un sintagma che ci porta direttamente a parlare di quello che avverrà a Faenza questa sera, lunedì 6 febbraio, in consiglio comunale, dove si svolgerà la prima votazione per eleggere il successore di Luca de Tollis. Favorita numero uno proprio il consigliere comunale del Partito democratico Maria Chiara Campodoni.

Chi è Maria Chiara Campodoni

Ci riproverà questa sera a conquistare l’eredità: sia quella rappresentata dal montepremi di Rai 1 sia quella della presidenza del consiglio comunale convocato per lunedì 6 febbraio alle ore 20. Dottoressa in ingegneria edile e impiegata in Università, nel 2010 Maria Chiara Campodoni è stata chiamata a far parte della prima giunta Malpezzi come assessore allo sport e alle politiche giovanili. Da più parti viene indicata come successore designata alla presidenza del consiglio comunale di Faenza dopo le dimissioni di Luca de Tollis di martedì 31 gennaio scorso. Difficile però che il suo nome riesca a superare nella votazione lo scoglio dei due terzi del consiglio: alcune assenze della maggioranza Pd rischiano infatti di posticipare la nomina.

Rispondi