Protocollo tra Unione ed Hera per aiutare le famiglie più deboli

E’ stato firmato un accordo tra i sei Comuni dell’Unione della Romagna Faentina – Faenza, Castel Bolognese, Solarolo, Casola Valsenio, Riolo Terme, Brisighella – Hera Comm ed Hera spa per seguire e intercettare le situazioni critiche dei clienti in carico ai Servizi Sociali, creando un canale di contatto efficace e strutturato per favorire il flusso di informazioni utili a monitorare le situazioni di morosità nei servizi gas, teleriscaldamento, acqua e gestione rifiuti con l’obiettivo di prevenire il più possibile l’interruzione delle forniture e il degenerare della situazione debitoria. L’accordo avrà validità iniziale di un anno, periodo durante il quale verranno verificate e condivise le procedure impostate previste dal protocollo, attraverso incontri periodici tra Hera e l’Unione della Romagna Faentina.

Hera: “Nell’85% dei casi si evitano le interruzioni di servizi”

Il documento è già da tempo utilizzato anche con altri comuni del territorio servito, come Modena, Cesena, Ferrara, Forlì, Imola e Ravenna. Nei comuni in cui il protocollo è attuato i risultati finora raggiunti sono stati molto positivi: mediamente nell’85% dei casi è stato possibile evitare le interruzioni, con punte del 90%. Fra gli altri obiettivi del protocollo vi è anche quello di evitare l’aumento di morosità e assicurare forme di rateizzazioni del debito più favorevoli rispetto alla norma.

«Il protocollo d’intesa per le utenze disagiate è un’ulteriore conferma dell’attenzione del Gruppo Hera verso le fasce più deboli della popolazione – spiega Hera in un suo comunicato stampa – Hera Comm ha da tempo messo a disposizione degli assistenti sociali un canale di contatto dedicato e questa vicinanza consente di effettuare verifiche sui singoli casi, applicare le agevolazioni previste e spesso riuscire a ripristinare tempestivamente un servizio interrotto o addirittura intervenire prima della sospensione».

Fabio Anconelli: “Permette di non aggravare situazioni critiche”

«La nostra Unione nasce con l’obiettivo di dare risposte ai bisogni dei nostri cittadini soprattutto a chi si trova già in forte difficoltà – dichiara Fabio Anconelli, sindaco di Solarolo e delegato al Welfare per l’Unione della Romagna Faentina – Quindi abbiamo aderito con convinzione alla proposta di Hera Comm. Questo protocollo ci consente di non aggravare ulteriormente situazioni già critiche in modo che, anche nel recupero del dovuto, si tenga sempre al centro la persona, la sua famiglia e la sua concreta possibilità di riscatto».

Cristian Fabbri: “Misura tempestiva per i cittadini”

«Forme di agevolazione per le fasce più deboli sono presenti già da diversi anni – afferma Cristian Fabbri, amministratore Delegato Hera Comm –. Grazie a questo protocollo d’intesa la gestione delle situazioni più critiche e l’applicazione delle agevolazioni previste in questi casi diventa ancora più efficace e tempestiva, a tutto vantaggio dei cittadini che si trovano in difficoltà. Testimonia l’impegno del Gruppo verso questa categoria anche la guida SOStegno Hera, recentemente aggiornata, che illustra tutte le opportunità di contenimento delle spese per servizi energetici e acqua messe da Hera a disposizione di chi versa, anche temporaneamente, in una situazione di disagio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *