Il Faventia torna a vincere: 8-3 contro la Fenice di Venezia

Il Faventia torna alla vittoria in grande stile nel segno di Andrea Caria, giocatore che ha già ricevuto convocazioni nella nazionale italiana di calcio a 5 under 21. I manfredi forti del recupero di Mendes e Garbin gestiscono magistralmente la gara e si impongono per 8-3 contro la Fenice di Venezia rientrando prepotentemente in zona qualificazione Coppa Italia. Il tecnico Bottacini tiene fede alla parola data conquistando i primi tre punti di nove promessi nelle ultime 3 partite.

Per il Faventia 5 reti di Andrea Caria

Nel primo tempo la Fenice sfrutta un’amnesia difensiva dei biancoazzurri e pareggia con Ortolan il gol in apertura di Caria, i veneti provano a rimanere in partita soprattutto con le parate di Mulin, ma a pochi secondi dalla sirena dell’intervallo, arriva la doccia fredda, Mendes sbaglia davanti al portiere ma trova un assist al bacio per il solito Caria che sigla il 2-1 e gela gli entusiasmi dei ragazzi di Pagana. Il secondo tempo è un monologo romagnolo, Barbieri va a segno per 2 volte, Cedrini appoggia a porta sguarnita lo splendido assist di Garbin, e la partita è subito chiusa sul 6-1. Nel finale i gol della bandiera della Fenice sono di Caregnato e Cavaglià, mentre il precisissimo Caria arrotonda il suo bottino a cinque reti e blinda il risultato finale.

Bottaccini: “Una vittoria che dà morale”

L’mvp di giornata è Andrea Cavina. Il lavoratore silenzioso in questo Faventia operaio, stringe i denti nonostante il dolore al ginocchio e non si risparmia mai, ottimo oggi in chiusura, e soprattutto ottima l’intesa con l’estremo difensore Conti. Bottacini si può ritenere soddisfatto, sembra tornato il miglior Faventia, il recupero di Mendes pare aver dato nuova linfa: «La vittoria di oggi – dichiara il tecnico – dará morale alla squadra che potrà lavorare con un po’ più di serenità durante la settimana, erano importanti i tre punti, ma soprattutto ritrovare la voglia e l’entusiasmo di giocare, sono molto felice per i miei ragazzi e soprattutto sono contento di aver regalato oggi questa gran vittoria al nostro pubblico».

Più amareggiato invece il tecnico dei lagunari: «Della prestazione di oggi – sottolinea Pagana – salverei poco. La giovane età dei miei giocatori non è una giustificazione per aver rimediato una tale sconfitta. Siamo comunque contenti perché a inizio campionato ci davano per retrocessi e invece siamo a giocarcela in vetta. Bottacini è un buon allenatore e farà strada».

Rispondi