A Faenza politici contro carabinieri, ma per beneficenza

Ci sono undici amministratori comunali contro undici carabinieri… non è l’inizio di una barzelletta, ma ciò che si terrà venerdì 30 settembre prossimo, alle ore 20.30, allo stadio “B.Neri”. Una simpatica idea, tramite una partita di calcio, per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia, a cui hanno aderito numerosi consiglieri comunali e i militari dell’Arma. La gara, inizialmente programmata il 16 settembre scorso alla Graziola, era stata poi rinviata per maltempo. L’evento sportivo della Partita del cuore sarà l’occasione per raccogliere offerte spontanee da parte dei cittadini e per partecipare, una volta finito il gesto atletico, ad una cena di beneficienza organizzata alla Tana del Lupo, il cui ricavato sarà devoluto totalmente alle popolazioni colpite dal sisma.

La partita del cuore: Malpezzi in porta, Padovani in attacco

A rappresentare il Consiglio e la Giunta ci saranno: Paolo Cavina, Massimiliano Penazzi, Domizio Piroddi (che essendo tutti e tre della lista civica Insieme per Cambiare rappresentano la formazione politica più presente – una squadra nella squadra), Andrea Luccaroni (assessore al volontariato ed associazionismo – La tua Faenza), Massimo Bosi (Movimento 5 Stelle) e Gabriele Padovani (Lega Nord). Il genere femminile sarà rappresentato da Ilaria Visani (Pd). Capitano non poteva che essere il primo cittadino, Giovanni Malpezzi, che giocherà in porta ed afferma: “Ci è sembrato un gesto importante per dimostrare la nostra vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto. Lo spettacolo sarà di grande livello”. A difenderlo, scommettiamo con istinto catenacciaro, saranno proprio Penazzi e Piroddi, mentre la Grande coalizione dei politici spera che il passato sportivo di Padovani possa essere utile in attacco. In soccorso giungeranno anche i dipendenti del comune, che collaboreranno con gli amministratori anche sul campo di gioco.

Arma dei Carabinieri: Partita del cuore, ma non solo

Più rilassata forse la situazione dell’Arma dei Carabinieri, guidata dal capitano Cristiano Marella, dal 2013 comandante della compagnia di stanza a Faenza. Oltre all’apporto sportivo, che vista l’età media protende a favore dei militari, il contributo dei Carabinieri non si ferma a questa partita: i carabinieri di Faenza stanno partecipando attivamente alle operazioni nei territori colpiti dal sisma, sia in attività di soccorso sia – in particolare – in attività di antisciacallaggio. Quindi un impegno non episodico. Sperando che il tempo non rovini questa divertente iniziativa di sensibilizzazione e che la porta politica non rimanga sguarnita (Malpezzi spera di riuscire a tornare in tempo da una riunione a Roma sul tema Cisa-Allegion, che inizia alle 15) non si può che fare l’in bocca al lupo alle due squadre. E che vinca il migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *