Faenza Ludens: sabato 17 al via la due giorni di giochi per tutte le età

In un tavolo i carri armati di Risiko, in un altro le carte da gioco di Bang!, in un altro ancora si ospiterà la ricostruzione dell’assalto dei ribelli alla Morte Nera. E in mezzo cinque espositori, attività all’aperto e trenta associazioni del territorio pronte a diffondere la cultura del gioco a giovani e meno giovani. Saranno due giorni non-stop di divertimenti sfrenati dedicati a tutte le tipologie di gioco e a tutte le fasce d’età quelli che si succederanno sabato 17 e domenica 18 settembre al palazzo delle esposizioni (in corso Mazzini 92) con la quarta edizione di Faenza Ludens, manifestazione ludica gratuita realizzata dal Comitato delle Ludoteche volontarie in collaborazione con il comune di Faenza.

Simona Sangiorgi: il gioco come divertimento e didattica

Risiko, certo, ma non solo: anche Puerto Rico, i coloni di Catan, la ricostruzione della battaglia storica di Verdun sono solo alcune delle tante opportunità di divertimento offerte dalla due giorni di gioco che vedranno in scena giochi in scatola, wargames, videogiochi e attività all’aria aperta. Ma cultura del gioco non significa solo dedicarsi a un’attività fine a sé stessa. “Attraverso la cultura del gioco – spiega l’assessore alle Politiche giovanili Simona Sangiorgi – si sviluppa una pratica positiva, oltre che una relazione umana vera, faccia a faccia. Inoltre la cultura del gioco è fondamentale per l’apprendimento, come sempre più stanno dimostrando varie teorie della didattica. E non è un’attività riservata solo ai bambini: anche gli adulti continuano a imparare col gioco”.

Faenza Ludens: sabato 17 serata Hard Gamers

Sarà dedicata soprattutto a Star Wars la giornata di sabato 17 settembre. Alle ore 14 si avrà l’apertura delle aree games e degli espositori, alcuni dei quali arrivati anche da Milano per presentare nuovi giochi in scatola o altro materiale promozionale. “I filoni principali su cui abbiamo puntato – ha spiegato Edoardo Bastianini, direttore artistico di Faenza Ludens 2016 – sono tre: i giochi da tavolo classici, i wargames con riproduzione di battaglia in scala e le attività all’aria aperta, come scherma storica, duelli con spade laser, rugby e softair”. La serata, a partire dalle 19 fino alle 24, vedrà in scena principalmente gli Hard gamers con, per esempio, un torneo di Zombicidie e King of Risiko.

Comitato delle Ludoteche: una realtà in crescita

Tra un lancio di dadi fortunato e una battaglia vinta con una geniale strategia vincente si passa poi alla giornata successiva. Domenica 18 settembre Faenza Ludens sarà aperto dalle 10 alle 20, e come nella giornata precedente non è previsto alcun pagamento di biglietto. “L’iniziativa – spiega Edoardo Bastianini – vuole innanzitutto avvicinare chi questo mondo non lo conosce“. Oltre ai tanti giochi, nel cortile del palazzo delle esposizioni sarà possibile vedere dimostrazioni di scherma storica e ci si potrà cimentare nel football americano con i Broncos di Faenza o con le battaglie si softair. Per ricevere aggiornamenti e informazioni sui tornei è possibile consultare la pagina facebook di Faenza Ludens. Il Comitato delle Ludoteche volontarie è nato nel 2013 e raccoglie sei associazioni del territorio a cui si è recentemente aggiunta LudicaMente di Brisighella, nata nel 2015. “Questa iniziativa – conclude Edoardo Bastianini – non vuole nascere e morire in quei due giorni, ma vuole creare relazioni tra tutte le associazioni appassionate di giochi nel nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *