Il faentino Andrea Voria mercoledì 28 dicembre a “L’Eredità” su Rai 1

Solo poche settimane fa i quattro faentini del team “Quinta Dpartecipavano al programma televisivo “Boom!”, sul canale Nove Tv, conquistando di puntata in puntata la simpatia del pubblico. In chiusura del 2016 un altro faentino torna alla ribalta su una rete nazionale: il suo nome è Andrea Voria e mercoledì 28 dicembre parteciperà al noto game show di Rai 1 “L’Eredità”. Andrea è uno studente di ingegneria energetica a Bologna al terzo anno, ha una grande passione per lo sport e il calcio, e da due anni collabora con il settimanale locale Settesere. L’idea gli balenava in testa già da qualche anno, infatti nel dicembre del 2014 fece il provino per “L’Eredità” a Bologna, ma fu scartato. Ci ha riprovato poi ad ottobre del 2016, questa volta con successo: «Al primo provino non mi presero – chiosa Andrea Voria – Lasciai passare un po’ di tempo e ci riprovai a ottobre del 2016. Il 26 novembre mi dissero che mi avevano preso, giusto il tempo di organizzare il viaggio e sono partito. Il 5 dicembre sono arrivato e il 6 ho giocato». La puntata infatti verrà trasmessa in differita il 28 dicembre.

La soddisfazione di Andrea Voria: “Frizzi è una persona sincera”

«È stato davvero bellissimo. – commenta soddisfatto Andrea Voria – Mi è sempre piaciuto cercare di capire cosa si nasconde dietro lo schermo televisivo, vedere cosa succede realmente durante le riprese. Ho avuto la possibilità di incontrare persone che stanno dietro al programma, come autori e microfonisti, e ho anche scoperto che il pubblico è pagato per stare lì. E’ stato bello anche il gioco in sé: magari molti a casa si chiedono come si fa a non arrabbiarsi dopo essere stati eliminati, magari anche per un errore ingenuo. Si chiedono: “come fai a non arrabbiarti?”. La realtà è che il clima è molto bello e la sconfitta viene accettata tranquillamente». Infine Andrea è rimasto molto colpito dal carattere del conduttore Fabrizio Frizzi: «Quando lo vedi da casa sembra un po’ teatrale, ma in realtà è una persona sincera. Prima delle riprese è venuto nei camerini per scambiare due chiacchiere con noi concorrenti, e ha anche fatto qualche battuta sulla Romagna. Suo padre infatti è nato a Faenza (Fulvio Frizzi, noto distributore cinematografico ndr)».

Rispondi