Scuola: Emilia-Romagna terza regione per iscritti agli istituti tecnici

Licei ancora una volta in testa alle preferenze delle studentesse e degli studenti italiani, ma l’Emilia-Romagna si dimostra la terza regione in Italia per percentuali di iscritti agli istituti tecnici. Secondo i dati diffusi dal Miur al termine delle iscrizioni per l’anno scolastico 2017/18, il 35,8% degli studenti in Emilia-Romagna ha scelto un istituto tecnico (il dato nazionale si ferma al 30,3%). In questa classifica il primato spetta ai ragazzi del Veneto, dove ben il 45,9% opta per un istituto tecnico dopo la scuola media. Segue poi il Friuli Venezia Giulia (37,5%) e, per l’appunto, l’Emilia Romagna (35,8%).

In Emilia-Romagna Tecnici e Professionali battono i Licei 53% a 47%

Istituti tecnici e professionali assieme hanno riscosso la preferenza del 53% degli studenti emiliano-romagnoli, superando il 47% di coloro che invece hanno scelto come scuola un Liceo. Complessivamente in Italia gli indirizzi Tecnici  sono stabili nelle preferenze con il 30,3% (30,4% nel 2016/2017). Tra questi, il settore Economico registra l’11,2% delle iscrizioni (11,4% lo scorso anno); quello Tecnologico, con i suoi indirizzi, continua ad attrarre maggiormente, confermando il 19% delle scelte.

Patrizio Bianchi: “Dati che confermano il legame tra scuola e imprese”

«In Emilia-Romagna continuiamo a investire sull’istruzione tecnica e professionale, agendo sempre più sulla qualità dei percorsi, oltre che sul rafforzamento del legame tra scuole e imprese. Dunque la scelta dei ragazzi è frutto anche di una lunga azione svolta insieme da istituzioni e parti sociali per restituire a queste scuole un ruolo guida nei sistemi formativi». Così l’assessore regionale alla Scuola e alla Formazione Patrizio Bianchi commenta i dati sulle domande di iscrizione al primo anno delle scuole statali e paritarie, diffusi dall’Ufficio scolastico regionale per l’anno scolastico 2017-2018, che in Emilia-Romagna attestano agli istituti tecnici e professionali la preferenza del 53% degli studenti.
«Un’azione collettiva, la nostra, oggi consolidata dal Patto per il Lavoro- aggiunge Bianchi -, che ha contribuito alla scelta dei ragazzi per i tecnici e i professionali, confermando anche quest’anno un dato regionale decisamente superiore rispetto al trend nazionale».

Il Liceo si conferma nel 2017 la scuola più scelta dagli studenti italiani

Confermato il trend di crescita dei Licei, scelti dal 54,6% delle alunne e degli alunni. Erano il 53,1% nel 2016/2017. A partire dal 2014/2015, i Licei sono stati sempre scelti da oltre uno studente su due. Aumentano gli iscritti al Classico: sono il 6,6% a fronte del 6,1% dell’anno scorso. Lo Scientifico (fra indirizzo “tradizionale”, opzione Scienze Applicate e sezione Sportiva) resta in testa alle preferenze: è scelto dal 25,1% delle studentesse e degli studenti (erano il 24,5% lo scorso anno). L’opzione Scienze Applicate, in particolare, sale al 7,8% rispetto al 7,6% del 2016/2017. Stabile l’indirizzo scientifico “tradizionale”: 15,6% delle scelte, erano il 15,5% nel 2016/2017. Così come l’indirizzo scientifico, sezione Sportiva, scelto dall’1,6% dei ragazzi contro 1,4% di un anno fa.

Rispondi