Contro la violenza sulle donne: dalla Regione un bando da 1 mln di euro

Un milione di euro per promuovere in Emilia Romagna progetti contro le discriminazioni e la violenza di genere. È questa la cifra messa a disposizione dalla Regione tramite un bando con scadenza il 15 ottobre 2016. L’intento della Regione è quello di sostenere la rete territoriale di prevenzione e assistenza alle donne vittime di violenza e ai loro figli (dall’ospitalità d’emergenza ai percorsi di autonomia), anche per mezzo della formazione di apposite figure professionali. “Il contrasto alle violenze parte dall’opera educativa svolta nei territori – commenta la consigliera regionale Manuela Rontini – dall’azione preziosa di Comuni e volontariato per diffondere una cultura di parità tra uomo e donna e rispetto delle diversità. A questi primi frutti del Piano regionale sul tema, che abbiamo approvato a maggio in Assemblea legislativa, ne seguiranno presto altri. Va in questa direzione la promessa del ministro Boschi di sbloccare, a breve, ulteriori risorse pari a 1,3 milioni di euro per i centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna”. Il bando è consultabile sul sito della Regione.

Scadenza il 15 ottobre 2016

Il contributo massimo per i progetti (da avviare entro fine anno e concludere entro fine 2017) sarà pari all’80 per cento del costo complessivo (compreso tra 15mila e 100mila euro). Potranno fare domanda, entro il 15 ottobre prossimo, gli enti locali (in forma singola o associata), le associazioni di promozione sociale e le organizzazioni di volontariato iscritte al registro regionale, le Onlus iscritte nell’anagrafe unica (se impegnate nella diffusione e attuazione del principio di pari opportunità fra donna e uomo, promozione e valorizzazione della condizione femminile o prevenzione e contrasto di ogni violenza e discriminazione sessista).

Rispondi