COMUNALI 2015 – Faenza 500 giorni dopo

Imparare nuovamente a guardare ciò che ci accade attorno. Nelle prossime settimane Buonsenso@Faenza si concentrerà sulla redazione di un dossier per fare il punto sullo stato dell’amministrazione della nostra città. Incontrando vari esponenti delle forze politiche e dei partiti scatteremo una, anzi, più fotografie per ritrarre le tante sfumature che caratterizzano la Faenza di fine 2016. Fotografie il cui scopo non è quello di essere buttate sul web per ricevere il maggior numero possibile di likes da parte degli utenti: queste fotografie vanno guardate, studiate, analizzate nei particolari per coglierne tutte le specificità. In fondo dovrebbe essere sempre così: le fotografie – quelle vere – non sono fatte per ricevere a perditempo “mi piace” o “non mi piace” su Facebook o Instagram: il loro scopo è quello di essere guardate, ma guardate veramente.

La composizione del consiglio comunale uscito dalle urne 2015

Sono passati più di 500 giorni da quel maggio 2015 in cui Giovanni Malpezzi è stato rieletto sindaco con circa il 51% dei voti, in un ballottaggio che ha visto la Lega Nord di Padovani sfiorare per una manciata di voti la maggioranza in Consiglio Comunale. Le amministrative 2015 hanno lasciato in eredità a Faenza un panorama politico molto cambiato rispetto agli anni precedenti: il principale partito del centrodestra, Forza Italia, è stato fortemente ridimensionato dalle urne; il Movimento 5 Stelle si è presentato per la prima volta con il proprio simbolo; la maggioranza di centrosinistra ha perso le sue componenti più radicali, ora riunite in una lista di opposizione.

Evitare derive propagandistiche, rimanere nel merito dei temi tramite approfondimenti non fini a se stessi: su queste basi abbiamo scelto di proporre ai nostri lettori una serie di interviste alle forze di opposizione presenti attualmente in Consiglio Comunale. Con loro discuteremo dei temi che hanno acceso il dibattito e gli animi dei faentini negli ultimi mesi. Urbanistica e sviluppo economico, immigrazione e richiedenti asilo, tutela dell’ambiente, l’attuale riordino sanitario della nostra zona e le politiche culturali: sono questi alcuni dei temi che ci proponiamo di indagare con i nostri interlocutori, argomenti trattati alcune volte per meri fini strumentali da partiti politici e da siti d’informazione dai toni polemici, di dubbia professionalità e imparzialità.

Le tematiche faentine meritano gentilezza e onestà nei termini

Rimaniamo convinti che la gentilezza e l’onestà intellettuale siano le chiavi per trattare i temi cari ai faentini. Ci sono dei problemi nel governo della città, ne siamo coscienti, ma pensiamo sia limitato credere che le cause siano da ricondursi esclusivamente a “cattive intenzioni” da parte di chi governa, quando piuttosto entrano in campo altri fattori: la reale capacità nell’amministrare una struttura sempre più complessa come un Comune, le impossibilità tecniche che rendono difficile rispondere ad alcuni bisogni della cittadinanza, le indecisioni politiche che portano alla perdita di alcune opportunità. Speriamo questo lavoro possa essere un ponte fra i cittadini e la politica della nostra città e un modo per definire le reali idee e proposte dell’opposizione, che spesso restano soltanto al livello di impegni programmatici, non arrivando a definirsi nella concretezza. Al contrario, i cittadini di Faenza meritano una classe politica – di maggioranza e di opposizione – che sappia confrontarsi faccia a faccia con la realtà, e che quindi indichi anche le soluzioni pratiche ai problemi che vengono individuati.

Per il resto, il giudizio sul valore delle parole spetta a voi, cari lettori. Questo è il bello dell’interessarsi alla cosa pubblica: ascoltare, meditare, confermare o cambiare idea. In sintesi: “re-imparare a guardare il mondo che ci circonda”. E ancora così, giorno dopo giorno, evento dopo evento, con la certezza che il fine sia un benessere comune e non uno sterile esercizio di dialettica.

Buona lettura

Faenza 500 giorni dopo: le interviste

Intervista a Edward Necki – L’Altra Faenza

Intervista a Tiziano Cericola – Rinnovare Faenza

Intervista a Niccolò Bosi – Pd

Intervista a Massimo Bosi – Movimento 5 Stelle

Intervista a Jacopo Berti – Lega Nord

Intervista a Paolo Cavina – Insieme per Cambiare

(Foto – Matteo Battaglia)

 

Rispondi