Borghi più belli d’Italia e Ibc Emilia-Romagna uniti nella valorizzazione museale

Collaborazione attiva per la valorizzazione di musei e paesaggi culturali e sguardo attento alla sicurezza strutturale dei beni pubblici: questi i punti cardine della Convenzione sottoscritta lo scorso 20 gennaio 2017 da Fiorello Primi, presidente dell’associazione Borghi più Belli d’Italia (Bbi) e Angelo Varni, presidente dell’Istituto per i Beni artistici culturali naturali (Ibc) dell’Emilia Romagna. L’accordo vuole favorire l’ingresso delle strutture museali all’interno della rete dei Musei di Qualità dell’Ibc.

Favore i piccoli musei all’interno della rete Ibc

I requisiti per ottenere la certificazione e l’ammissione alla rete, prevedono il rispetto di standard di funzionamento e qualità indicati dalla Direttiva regionale in materia: la Convenzione, pone quindi in essere le basi per la creazione di un sistema che faciliti il processo inclusivo ai piccoli musei dei borghi: Bobbio, Brisighella, Castell’Arquato, Compiano, Dozza, Fiumalbo, Fontanellato, Gualtieri, Montefiore Conca, Montegridolfo, San Giovanni in Marignano, San Leo, Verucchio e Vigoleno.

L’appartenenza alla rete e la creazione di nuove ed originali proposte culturali non solo favorirebbe una maggiore visibilità, ma garantirebbe anche un carattere di esclusività grazie all’inserimento tra gli itinerari turistico-culturali promossi sia in Italia che all’estero da Bbi, con il Tour Operator Borghi Italia Tour Network.

L’accordo coinvolge anche l’università di Bologna

Attraverso laboratori didattici, l’Ateneo si pone l’obiettivo di sviluppare indagini mirate che possano identificare e studiare la situazione sismica e geologica di uno o più edifici pubblici di valore storico-culturale, proponendo misure di messa in sicurezza. La salvaguardia della cultura passa quindi anche attraverso interventi di adeguamento strutturale.

L’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, tra i presenti al momento della firma, ha ricordato come l’accordo si inserisca nel percorso di promozione nazionale dell’Anno dei Borghi in Italia, voluto quest’anno dal Mibact. Il sottosegretario ai Beni culturali, Dorina Bianchi ha invece sottolineato l’importanza di questo passo per la regione, che continua ad essere tra le più attive in molti progetti culturali.

Grande soddisfazione arriva anche da Davide Missiroli, sindaco di Brisighella e membro del direttivo nazionale di Borghi più Belli d’Italia: “È un progetto di lungo respiro che dopo una prima fase di studio, spero nei prossimi anni possa portare anche risorse per investimenti sui patrimoni architettonici e culturali dei nostri Borghi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *