Back to Wine: a novembre Faenza torna capitale del vino

Una grande fiera in cui non mancheranno certo, tra un evento e l’altro, i brindisi: torna a Faenza una manifestazione nazionale e internazionale dedicata al vino e all’enologia. Si tratta di un ritorno di nome e di fatto: Back to Wine il titolo della fiera, ossia “Ritorno al Vino”, ed è il quinto evento organizzato da Andrea Marchetti e dal team Vinessum, in questo caso in collaborazione con Blu Nautilus di Rimini. La manifestazione si svolgerà alla Fiera di Faenza (via Risorgimento, 3) domenica 13 e lunedì14 novembre 2016 e saranno presenti non solo espositori provenienti dall’Emilia Romagna, ma anche nazionali e internazionali. «La grande risposta che abbiamo avuto da tutta Italia, e sin oltreconfine, conferma due cose: prima di tutto la volontà dei piccoli produttori di avere spazi propri nei quali farsi conoscere per condividere insieme qualcosa di grande – afferma Andrea Marchetti – In secondo luogo, la attrattività di Faenza come luogo dell’enologia, fecondo humus a cui mancava un evento del vino».

Back to Wine: l’evento alla Fiera di Faenza il 13 e 14 novembre 2016

I vignaioli artigiani dell’Emilia-Romagna, insieme a numerosi colleghi italiani ed esteri,
anche di food&beer si daranno appuntamento a Faenza nella due giorni di eventi. Il tema scelto dalla prima edizione della fiera, ossia “il Ritorno“, è indicativo nel capire quale sarà sarà il punto di vista che guiderà la due giorni rivolta agli esperti del settore. Il ritorno è inteso come «il ritorno ad una visione perduta – scrivono gli organizzatori dell’evento – offuscata da premi, concorsi e punteggi, da un approccio che insegue un’inesistente oggettività, dal diffondersi di un gusto omologato che insegue se stesso in una vuota spirale. E’ giunto il momento di fare un passo indietro! Facciamo un passo indietro per capire che un approccio competitivo e schemi prefabbricati sono un sistema limitato, pieno di falle, spesso incompatibile con la vera natura del vino: una natura a matrice tradizionale, culturale, territoriale, emozionale, artigianale, ma soprattutto umana». Un evento a trecentosessanta gradi Back to Wine che coinvolgerà anche cuochi, giornalisti e altri professionisti legati, in un modo o nell’altro, alla passione per il vino.

“Perché Faenza? Territorio sensibile all’enologia”

La fiera aprirà domenica 13 novembre alle ore 10 e il primo giorno terminerà alle ore 20. Lunedì 14 novembre invece Back to Wine aprirà alle ore 11 per terminare alle 18. «Faenza non è solo un territorio di grandi produttori ma anche un ambiente particolarmente sensibile all’enologia – spiega Fausto Bianchini di Blu Nautilus – Da tempo la città chiedeva un evento nazionale sul vino, l’incontro con Andrea Marchetti e il suo team di Vinessum, ha favorito tutto ciò. A circa un mese di distanza la risposta è stata al di sopra delle aspettative che ci eravamo preposti come prima edizione. Ci auguriamo che sia un primo passo in vista di un percorso di crescita nel corso dei prossimi mesi»

 

Rispondi